The Rolling Stones - Angie

The Rolling Stones Goats Head Soup“Angie” è la traccia numero 5 di “Goats Head Soup”, sedicesimo album del gruppo “The Rolling Stones”. Pubblicato nel 1973, questa canzone è il primo singolo estratto dall’album. I Rolling Stones sono un gruppo musicale britannico, composto da Mick Jagger(voce, armonica), Keith Richards(chitarre, voce), Ronnie Wood(chitarre, cori) e Charlie Watts(batteria, percussioni). È una delle band più importanti e tra le maggiori espressioni della miscela tra i generi della musica rock e blues, quel genere musicale che è l’evoluzione del rock & roll anni cinquanta, da loro rivisitato in chiave più dura con ritmi lascivi, canto aggressivo, continui riferimenti al sesso e, talvolta, alle droghe pesanti. L’album “Goats Head Soup” raggiunse il numero 1 sia nella classifica inglese, sia in quella statunitense, rimanendovi rispettivamente per due e quattro settimane. Il singolo “Angie” andò dritta ai vertici della “Billboard Hot 100” statunitense e raggiunse il quinto posto nelle classifiche del Regno Unito.

Testo
Angie, Angie, when will those clouds all disappear?
Angie, Angie, where will it lead us from here?
With no loving in our souls and no money in our coats
You can’t say we’re satisfied
But Angie, Angie, you can’t say we never tried
Angie, you’re beautiful, but ain’t it time we said good-bye?
Angie, I still love you, remember all those nights we cried?
All the dreams we held so close seemed to all go up in smoke
Let me whisper in your ear:
Angie, Angie, where will it lead us from here?
Oh, Angie, don’t you weep, all your kisses still taste sweet
I hate that sadness in your eyes
But Angie, Angie, ain’t it time we said good-bye?
With no loving in our souls and no money in our coats
You can’t say we’re satisfied
But Angie, I still love you, baby
Ev’rywhere I look I see your eyes
There ain’t a woman that comes close to you
Come on Baby, dry your eyes
But Angie, Angie, ain’t it good to be alive?
Angie, Angie, they can’t say we never tried

The Rolling Stones su Wikipedia

Commenti